Tempo di lettura: 8 minuti

Artigeniale compie 25 anni; 25 anni nei quali passione, visione, competenze, studio e ricerca hanno unito un gruppo di persone nella costruzione di una realtà affidabile, capace di realizzare ogni progetto in modo etico e sistematicamente orientato alla creazione di valore per i propri clienti.

Un DNA netto e preciso, che caratterizza Artigeniale animando tutti i momenti importanti della vita dell’azienda.

Già dagli inizi Artigeniale si presenta come un’innovazione di rottura rispetto allo status quo della fine degli anni 90 e dei primi 2000: la prima scuola di formazione e consulenza dedicata esclusivamente alla gelateria.

Un’azienda che trova nella passione per il vero gelato artigianale il cuore del proprio modello di business.

Passione che non si ferma alla profonda conoscenza del prodotto, ma si accompagna ad una visione chiara e di lunghissimo periodo sul mercato del gelato, capace di intuire il profondo cambiamento che avrebbe toccato il mercato a cavallo tra anni ‘90 e primi 2000.

…e poi 25 anni di emozioni, costellati dalla soddisfazione per i successi dei clienti e vissuti nell’energia di uno staff unico, dinamico e vitale.

Un tempo lungo, nel quale Artigeniale ha costruito in maniera solida punti di forza chiari per affrontare il mercato e per supportare i propri clienti.

Grazie a quei punti di forza, e soprattutto grazie al legame con i clienti, il futuro di Artigeniale è oggi più vicino che mai. 

Ripercorriamo le tappe di questa storia a suo modo straordinaria, con un occhio attento a ciò che porterà il domani.

La prima scuola di formazione e consulenza dedicata esclusivamente alla gelateria

25 anni fa il mondo della gelateria era totalmente diverso; il gelatiere non aveva la considerazione professionale di cui gode oggi, e la formazione in gelateria era considerata “figlia di un Dio minore”, una costola della formazione in pasticceria o in cucina. I corsi dedicati alla gelateria erano pochi ed estemporanei, per lo più organizzati da associazioni e riservati ai membri delle associazioni stesse. 

Nessuna di queste associazioni, nè altri soggetti, avevano sviluppato l’idea di un gelatiere indipendente, nato per essere gelatiere e gestire la gelateria, non come completamento di altre professioni come cuoco o pasticciere, o per imparare ad usare macchine e semilavorati; né tantomeno esisteva sul mercato l’idea di fornire al gelatiere competenze multidisciplinari per renderlo un artigiano e un imprenditore completo, a suo agio nella creazione delle ricette quanto nella costruzione strategica dell’esperienza del consumatore nella gelateria.

Fu proprio la consapevolezza di questo “vuoto” a motivare Maronati, Zampieron e Scaringella, nel 1998, a fondare Artigeniale: una scuola specifica per la gelateria, accessibile a tutti: gelatieri esperti, neofiti, persone con un’idea imprenditoriale legata al gelato, gelatieri in cerca di un rilancio per la loro attività. Una scuola che si occupasse al meglio di tutto ciò che serve al gelatiere e precisamente ad esso: le competenze tecniche e di prodotto in primis, ma anche quelle di marketing, economico/finanziarie, commerciali, strategiche.

Un approccio innovativo che già da subito poneva Artigeniale controcorrente rispetto alla tendenza del periodo, quella di dire “si è sempre fatto così”. Il momento storico, la fine dei 90, segnava l’inizio di anni di forte competitività, con chiari segnali di trasformazione negli atteggiamenti e nei comportamenti dei consumatori e con un mercato che si faceva via via più complesso e dinamico. In quel contesto, esattamente come oggi, l’approccio di Artigeniale si è dimostrato capace di dare un contributo misurabile a gelatieri e neofiti, attraverso l’incremento delle competenze, l’innovazione, la differenziazione e la costruzione di opportunità di valore per le gelaterie.

La passione come modello di business

Sono molte le storie di aziende di successo nate da un’intuizione e trasformatesi poi in business. Anche per Artigeniale è andata così: non un’idea nata a tavolino e subito inserita in un piano, ma una convinzione profonda che si è fatta strada con forza, anche andando controcorrente, fino a diventare una solida realtà imprenditoriale.

Da dove nasce tutto? Dall’idea che il gelato artigianale dovesse emozionare fin dal primo assaggio, esattamente come fa un piatto gourmet; che si potesse realizzare un gelato che fosse la sintesi più alta tra qualità sensoriale, tradizione e genuinità.

Un’idea del genere poteva venire solo a due gelatieri appassionati, figli di gelatieri a loro volta e cresciuti in gelateria, dove avevano imparato a produrre il gelato “come si faceva una volta”.

Un’idea che però non era, allora, accettata e condivisa com’è oggi: in un mercato che ancora tirava alla grande non servivano particolari competenze o grandi innovazioni per avere successo con una gelateria. Alla maggior parte degli operatori del settore quell’idea di “gelato capace di emozionare” dev’essere sembrata un po’ bislacca, e qualcuno sicuramente si sarà anche fatto qualche risata.

Eppure in quella visione Maronati e Zampieron credevano ci fosse la chiave per interpretare il futuro della gelateria; si sono quindi mossi investendo fin dai primi anni la maggior parte delle risorse aziendali nello studio delle caratteristiche delle materie prime, in quello dei processi e della bilanciatura, focalizzandosi su ricerca e sviluppo orientate alla soddisfazione del consumatore, il cliente dei clienti di Artigeniale.

È così che già nei primi anni 2000 Artigeniale possedeva un bagaglio tecnico e merceologico inedito, con un innovativo ed esclusivo metodo di bilanciatura del gelato che calcolava P.A.C. e P.O.D. in un tempo in cui questi concetti erano tutt’altro che comuni, e sviluppava nuove tecnologie per valorizzare il gelato artigianale prodotto unicamente da materie prime.

Lavorare sulle materie prime anziché su semilavorati industriali, restando competitivi e anzi differenziandosi, era un modo per restituire il gelato artigianale alla tradizione, recuperando i modi di fare che avevano reso il gelato uno dei prodotti italiani più noti ed amati al mondo. Perchè cos’è l’innovazione se non tradizione che si evolve nel tempo? 

La visione come faro

Cos’è cambiato dal 1998 ad oggi?

Allora in Artigeniale vedevamo arrivare cambiamenti nel mercato che oggi sono davanti agli occhi di tutti: un consumatore differenziato in base al target generazionale, una concorrenza in crescita, una percezione del prodotto “gelato” in evoluzione. Chi ci ha seguito su questa strada, adottando le competenze necessarie a fronteggiare quei cambiamenti, ha raccolto i propri frutti in abbondanza.

Oggi la strada dell’evoluzione del gelato artigianale si dipana ancora una volta a partire dalle stesse premesse: il cambiamento nei desideri e nelle aspettative del consumatore conferma la visione di cui ci siamo sempre fatti portatori, quella di un gelato artigianale che prosegue la sua evoluzione da semplice dolce colorato, fresco e preferibilmente poco costoso (ciò che era all’inizio dei 2000) a specialità alimentare territoriale e gourmet, capace di caratterizzarsi anche culturalmente.

Per intercettare questo cambiamento le gelaterie devono saper riposizionare il prodotto gelato allo stesso modo nel quale altri produttori alimentari hanno saputo riposizionare le loro creazioni: il vino, le birre artigianali, il cioccolato, il panettone, la pasticceria e altri alimenti edonistici.

È questa visione, ben salda in mente, che fa di Artigeniale oggi un punto di riferimento per la cultura dell’eccellenza nel gelato artigianale. 

25 anni di emozioni

In questo lungo lasso di tempo, le emozioni sono state la motivazione più forte a continuare sul percorso della crescita. Due sono le fonti più importanti di queste emozioni:

La prima è la fedeltà dei nostri clienti: oltre l’85% di quelli che hanno iniziato un percorso con noi vedono ancora Artigeniale come un punto di riferimento per lo sviluppo e l’evoluzione strategica delle loro attività, e proseguono nel loro rapporto con noi anche da più decenni.

La seconda è l’energia che si genera nel nostro gruppo di lavoro, nello staff di Artigeniale, tutti i giorni.

Con molti clienti abbiamo iniziato un percorso di formazione personalizzato per l’apertura e l’avviamento delle loro gelaterie, o abbiamo strutturato con loro un riposizionamento dell’attività, e con quasi tutti manteniamo un rapporto professionale continuativo per prodotti e servizi. Ci sono clienti che hanno iniziato a collaborare con noi nel nostro primo anno di attività, il 1998, e che sono ancora legati a noi da una partnership professionale e strategica insostituibile. Su questo tema ci fa piacere riportare la testimonia di Alfio Rorato della Gelateria Caffè e Gelato di Berlino, la prima consulenza che abbiamo effettuato nel 1998:

All’inizio della nostra importante avventura in riferimento all’apertura di Caffè e Gelato nel lontano 1998, ho chiesto timidamente a Federico e Filippo: “Ci aiuteresti ad avviare l’apertura della nostra gelateria?” Risposta “Si! Con molto piacere”. È stato un grande successo!!!
Quindi cosa posso dire di Artigeniale? Che Artigeniale è parte stessa di Caffè e Gelato. Non riuscirei nemmeno ad immaginarmi di non poter confrontarmi con Federico, Filippo o Davide per avere un’informazione su un prodotto, un macchinario o un’idea di tendenza del mercato o programmare qualche modifica all’interno della gelateria. In questi 25 anni se siamo riusciti a confermarci come Gelateria di riferimento per Berlino, con tutti gli eventi positivi e negativi che si inseriscono inevitabilmente in una metropoli così importante, lo dobbiamo molto alla continua collaborazione con Artigeniale. ARTIGENIALE È L’ENERGIA CHE CI ILLUMINA! Grazie di cuore.
Alfio Rorato

Per quanto riguarda il nostro staff, l’emozione è vederlo al lavoro tutti i giorni. Un gruppo composto da persone giovani, motivate e dinamiche, spesso entrate in Artigeniale in giovane età o addirittura alla prima esperienza lavorativa, che condivide mission, vision, valori e principi dell’azienda. Tutti sono cresciuti professionalmente in questi anni in modo incredibile, formando oggi una squadra coesa e tecnicamente di altissimo livello.

I punti di forza di Artigeniale

Ci sono momenti nel percorso di un’azienda nei quali è opportuno chiedersi “cosa abbiamo costruito veramente in questi anni?”

Oggi, guardando Artigeniale, possiamo dire che ci sono alcuni punti nei quali l’azienda ha acquisito un’identità molto forte, differenziandosi nettamente rispetto ad altre proposte sul mercato. I punti su cui Artigeniale poggia la sua forza e la sua identità sono:

  • centralità del cliente
  • mentalità di crescita interna continuativa
  • approccio al miglioramento costante e alla ricerca di innovazione
  • studio sistematico del mercato e sviluppo di capacità di comprensione del consumatore
  • affidabilità
  • autenticità
  • know how e focalizzazione sul mercato

La più grande soddisfazione è però nell’aver costruito una realtà a cui non interessa vendere un corso in più o una consulenza in più, ma che punta sempre e strategicamente a creare o qualificare gelaterie di successo, con clienti soddisfatti che vedono i propri obiettivi raggiunti.

Il futuro di Artigeniale

Che cosa vorremmo per il futuro? Ci piacerebbe che il seme piantato 25 anni fa, cresciuto da pianticella ad albero con radici profonde, continuasse a crescere in salute e prosperità, continuando a produrre frutti di qualità, ma soprattutto senza perdere mai il coraggio di navigare controcorrente. 

Crediamo che questo possa portarci a mantenere e rafforzare il nostro posizionamento tra i soggetti più autorevoli e accreditati del settore, e a continuare a essere un punto di riferimento nella cultura dell’eccellenza per il settore del gelato artigianale.

Il nostro grazie

Siamo consapevoli che le sole forze dei fondatori non avrebbero potuto portare Artigeniale dov’è oggi, e che sia necessario mandare un grandissimo grazie ad almeno due categorie di persone.

La nostra riconoscenza va innanzitutto a coloro che hanno scelto e continuano a scegliere Artigeniale come partner professionale; tra loro un grazie particolare va a quei clienti che ci hanno dato fiducia quando l’azienda non era altro che due giovani gelatieri pieni di buona volontà e tanto entusiasmo. Sono questi clienti che hanno consentito all’albero Artigeniale di consolidare le proprie radici.  

L’altro grande grazie va a tutti i nostri collaboratori che si sono presi cura e continuano a prendersi cura quotidianamente dei nostri clienti con passione, professionalità ed entusiasmo.

Un anno di festeggiamenti

Per un’azienda nata dalla passione di due giovani, celebrare i 25 anni di attività è un grande traguardo, che non può limitarsi al festeggiare una data.

Abbiamo quindi voluto costruire un’intera serie di attività, sia interne che esterne, da svolgere lungo tutti i dodici mesi che vanno dal  23 novembre 2023 al 23 novembre 2024. I festeggiamenti sono dedicati a fare memoria della storia, del percorso fatto, a celebrare il punto in cui Artigeniale si trova oggi e a rinforzare i progetti per il futuro prossimo. 

Tre focus principali guideranno le celebrazioni: 

  • i clienti: una serie di iniziative che si svilupperanno nel corso dell’intero anno, alcune delle quali riservate ai clienti Exclusive A, quelli che da anni hanno scelto Artigeniale come partner continuativo.
  • il team di Artigeniale: attività culturali e di team building specifiche, dedicate a chi ogni giorno con il proprio lavoro fornisce gambe, cuore e testa, perché l’idea Artigeniale cammini poggiando su solide basi 
  • quella parte del mercato che ancora non conosce Artigeniale: una campagna di comunicazione il cui focus sono le persone e le parole che hanno caratterizzato e caratterizzano la vision e la mission di Artigeniale. 

E quanto mai dulcis in fundo, non poteva mancare l’annuncio di un gusto gelato estremamente innovativo, dedicato appositamente al 25° anniversario di Artigeniale e creato per l’occasione; il nuovo gusto verrà lanciato il 23 novembre 2023, nello stesso giorno in cui, 25 anni fa, fu firmato l’atto notarile di costituzione della società.

Federico Maronati, Filippo Zampieron e l’intero staff di Artigeniale estendono il loro ringraziamento a tutti i clienti, fornitori e collaboratori che, in modi diversi, hanno contribuito a questi primi 25 anni di attività, nella consapevolezza che se Artigeniale è giunta dove si trova oggi, è grazie a tutti coloro che hanno condiviso un tratto di strada con noi

 

ULTIME DAL BLOG

ArtigenialeGelateria

artigeniale, gestionepersonalegelateria, ricercapersonale

La gestione del personale in gelateria: da problema a risorsa

Tempo di lettura: 9 minuti Attraverso un cambio di prospettiva, nuove competenze e metodi moderni, è possibile cambiare paradigma gestionale.

Leggi news

Artigeniale

artigeniale, gestionepersonalegelateria, ricercapersonale, artigeniale, aumentoprezzi, cacao

Prezzi del cacao in rialzo: il gioco dei mercati raccontato ai gelatieri

Tempo di lettura: 7 minuti Ragioni dell'aumento del prezzo del cacao e consigli pratici per gestirlo nel contesto delle gelaterie

Leggi news


Condividi questo articolo