Tempo di lettura: 5 minuti

Volgiamo al termine di un anno complicato, che normalmente ci vedeva in questo periodo mettere appunto gli ultimi dettagli in previsione del SIGEP. 

Quest’anno a nostro malgrado non parteciperemo al SIGEP 2021, la più autorevole fiera del nostro settore, un appuntamento per noi importante. Le ragioni che ci hanno spinto verso questa decisione sono essenzialmente due:

  1. le eccessive incertezze legate agli effetti collaterali della pandemia Covid-19;
  2. il fatto che fine marzo, data a cui è stato posticipato SIGEP 2021, è secondo noi troppo tardi per avviare le nostre attività di consulenza per la stagione ormai già iniziata. Esse, infatti, richiedono tempo, in quanto non consistono nel dare  soluzioni facili, ma sono invece risposte personalizzate e propositive a problemi spesso complessi, volte ad avviare azioni finalizzate a supportare i nostri clienti nell’affrontare una stagione complicata  nel modo più competitivo possibile. 

Il SIGEP è sempre stato per noi un momento di incontro e confronto privilegiato con i nostri clienti, l’occasione per presentare le innovazioni elaborate durante l’anno e per approfondire i  risultati raggiunti nel nostro percorso di miglioramento continuo, anno dopo anno, con un atteggiamento professionale condiviso da un numero sempre maggiore di nostri clienti.

Non potevamo però rinunciare ad incontrare i nostri clienti, in particolare i clienti Exclusive A, con i quali abbiamo un rapporto continuativo, ed è per questo che abbiamo ideato i “Personal Meeting” di Artigeniale. 

Cosa sono i “Personal Meeting” di Artigeniale?

I Personal Meeting di Artigeniale sono incontri individuali pensati sulla base delle singole e specifiche esigenze di ogni cliente. Avranno luogo  presso la sede di Artigeniale nel pieno rispetto delle norme anti contagio e sono dedicati gratuitamente ai clienti Exclusive A, ossia a coloro che intrattengono un rapporto professionale continuativo ed esclusivo con Artigeniale. 

Abbiamo ideato questi meeting perché riteniamo che, mai come in questo momento, ci sia la necessità di fermarsi, analizzare il passato soprattutto per progettare il futuro, per ripartire con la nuova stagione avendo obiettivi chiari e definiti, consapevoli di un futuro incerto ma che, allo stesso tempo, cela nuove opportunità. Siamo consapevoli che la nostra mission è offrire competenza ai nostri clienti per sostenerli nel portare a valore tali opportunità. 

Non di solo gelato, vive la gelateria

Da venticinque anni, ogni anno, studiamo e lavoriamo all’interno di percorsi di miglioramento interdisciplinari continuativi per l’acquisizione di nuove competenze. Più ci addentriamo in questi percorsi, ponendo particolare attenzione alle modifiche degli stili di vita dei diversi target classificati per generazioni, più identifichiamo maggiori e nuove opportunità per il gelato e le gelaterie artigianali. 

Certamente è necessaria una visione diversa, molta flessibilità e una buona dose di innovazione continuativa e sistematica con la quale stimolare e tenere in tensione e quindi fidelizzare il consumatore. Tuttavia ci rendiamo sempre più conto che i risultati arrivano in proporzione alle competenze che si mettono in campo, le quali, in base alla  nostra esperienza, devono essere sempre maggiori e multidisciplinari. 

Oggi, ma questo vale anche e soprattutto per il futuro, non basta più saper fare del buon gelato; un gelato eccellente è condizione necessaria ma non più sufficiente.

È possibile intercettare una buona nicchia di opportunità colmando il gap della mediocrità e dell’omologazione presente nel nostro settore, e orientando, invece, la nostra proposta di valore all’eccellenza. 

È proprio questo che il mercato oggi chiede e per la quale è disposto a riconoscere anche un prezzo maggiore, “l’eccellenza”! 

Da parte nostra non abbiamo la pretesa di aver raggiunto il massimo, pensiamo, tuttavia, di aver ottenuto un buon livello di eccellenza nei nostri servizi e prodotti.  

Nulla è facile o scontato, e abbiamo imparato che se non si lavora per farle accadere, le cose non succedono da sole. Ma abbiamo il grande privilegio di aver scelto un lavoro che ci piace e di farlo con passione, ed è questa energia che alimenta la spinta verso un miglioramento continuo senza ansia da prestazioni, ma visto come necessità professionale che vuole tendere all’eccellenza pur con la consapevolezza della nostra fragilità umana e professionale. 

In questa avventura che ci piace chiamare “attività professionale”, siamo in prima linea insieme ai nostri clienti e fornitori, consapevoli che  insieme possiamo trovare il modo per stare solidamente su questo mercato che cambia velocemente.

Come affrontare la prossima stagione?

La stagione estiva che abbiamo appena attraversato rientra in un anno “eccezionale, complesso e difficile”, in cui tutto è stato più faticoso e impegnativo. Ora che ci accingiamo a preparaci ad una nuova stagione, dobbiamo necessariamente avere obiettivi chiari e definiti, pur nella consapevolezza di un futuro incerto.

Possiamo però contare su tre certezze:

  1. questa pandemia e questa situazione di incertezza termineranno;
  2. il consumatore medio, a seconda delle diverse generazioni e del target, al termine di questa pandemia sarà profondamente cambiato; 
  3. al termine di questa pandemia e di questa situazione di incertezza ci saranno nuove opportunità per la quale è bene farsi trovare pronti e investire le giuste risorse fin da subito.  

Ed è per questo che abbiamo lavorato e stiamo lavorando: per fornire ai nostri clienti gli strumenti che pensiamo possano aiutarli ad affrontare in modo più solido il prossimo futuro.

Cosa condividiamo durante i Personal Meeting?

I personal  meeting di Artigeniale vanno  in questa direzione:

  • Fare il punto della situazione sul passato, rilevare  necessità, difficoltà, obiettivi o desideri.
  • Analizzare le potenzialità inespresse di ogni singolo cliente/gelateria
  • Insieme gettare le basi per affrontare un futuro complesso ma certi della possibilità di portare a valore i nuovi cambiamenti, perché alla base del nostro  lavoro e di quello dei nostri clienti  ci sono competenze  e metodo. 
  • Presentazione delle innovazioni studiate per il 2021 

Abbiamo individuate tre direttrici principali che riteniamo strategiche per raggiungere gli obiettivi di cui sopra. Esse sono:  

INNOVAZIONE: un’innovazione metodologica e consistente, che deve essere presentata con una adeguata comunicazione al fine di aiutare il consumatore finale a coglierla in modo completo. Un progetto innovativo da offrire alla nostra clientela soprattutto in un momento in cui molti saranno tentati di alzare il piede dall’acceleratore, se non addirittura di frenare. Atteggiamento legittimo, forse adottato da molti, ma è soprattutto in questi momenti che, al contrario, dobbiamo dare il meglio e il massimo. Solo così stimoleremo e manterremmo fidelizzata la nostra clientela e solo così saremmo premiati.  Non è causale la scelta del sostantivo  “innovazione” a scapito di “novità”, due termini apparentemente simili ma che in realtà esprimono significati profondamente diversi. 

Per Novità si intende la qualità di essere nuovo, la novità riguarda semplicemente qualcosa che prima non c’era e adesso c’è, il fatto di essere nuovo, però, non implica la presenza di valore. Per Innovazione – per contro – si intende l’applicazione di un’idea o di un metodo che determina un cambiamento che apporta “valore”, ecco perché parleremo di valore ma soprattutto di come incrementare il valore percepito che il consumatore finale attribuisce ad una gelateria artigianale.   

DIFFERENZIAZIONE: sapersi far riconoscere  e ricordare. Diventare la prima opzione e il primo pensiero dei nostri clienti quando pensano al gelato o, addirittura andare oltre: essere talmente unici da indurre il desiderio delle nostre produzioni. Dobbiamo farci riconoscere e ricordare come quegli innovatori di eccellenza ai quali la concorrenza media non è riuscita, e non riesce, a tenere il passo.

VALORE PERCEPITO: se lavoreremo bene sulle prime due direttrici innovazione e differenziazione in un’ottica di eccellenza della nostra proposta di valore, ne conseguirà che la remunerazione economica che possiamo farci riconoscere dal mercato sarà necessariamente maggiore rispetto alla concorrenza. È importante avere la consapevolezza che anche questa leva del marketing operativo, ossia il prezzo, deve essere coerente e allineata agli standard di eccellenza che offriamo. A quel punto non dovremo avere il timore di essere percepiti cari ma, al contrario, un posizionamento di prezzo più alto rispetto alla concorrenza sarà per il consumatore finale indice e conferma del valore e della qualità della nostra proposta di valore. 

Abbiamo lavorato questo anno sull’esperienza dei precedenti e i concetti qui espressi sono il risultato delle nostre riflessioni (e di ciò che abbiamo imparato). Per queste ragioni ci sentiamo di dire che noi ci siamo e che insieme potremo percorrere un altro tratto del (tuo e del) nostro percorso professionale.

Noi siamo pronti e tu? 

ULTIME DAL BLOG

Artigeniale

consulenza-a-distanza

Consulenza Artigeniale: innovazione e risultato

Tempo di lettura: 7 minuti Consigli professionali nel settore del gelato artigianale e corsi di formazione personalizzati online.

Leggi news

Artigeniale

Apertura o rischio chiusura per le gelaterie?

Tempo di lettura: 2 minuti Le gelaterie hanno riaperto sotto una “spada di Damocle” pesante, data dalla responsabilità di far rispettare le ordinanze regionali e il DPCM all’interno e all’esterno dei propri spazi. Nel seguente articolo affrontiamo il tema della responsabilità dei gelatieri.

Leggi news


Condividi questo articolo