Tempo di lettura: 5 minuti

Le innovazioni dei corsi 2021/2022

Innovazioni corsi 2021/2022

L’obiettivo dei nostri corsi di gelateria, oltre a quello di trasferire competenze, è sempre stato offrire ai corsisti strumenti propedeutici a incrementare il valore economico delle loro produzioni e a migliorare il posizionamento strategico delle loro gelaterie.

In un’ottica orientata al miglioramento continuo, ogni corso che tratta il prodotto, inizia con un’introduzione sul marketing operativo.

Sulla base di questo approccio alla formazione, in questo anno accademico introduciamo, fra le innovazioni del 2021/2022, i corsi individuali on-line, nati nella fase emergenziale a marzo 2020, sono stati ottimizzati e migliorati in questo ultimo anno sulla base dell’esperienza acquisita.

In questo modo, soprattutto chi è lontano oppure non può o non vuole spostarsi, può usufruire di questa modalità didattica, accedendo da remoto alla formazione di Artigeniale, sempre rispettandone gli standard professionali e i risultati didattici.

Che tipo di formazione serve oggi in gelateria?

Formazione a tutto tondo

Alla luce delle sfide che si determineranno nel prossimo futuro, influenzate dalle accelerazioni e dalle modifiche comportamentali che ha prodotto la pandemia sul consumatore medio, diventa strategico scegliere come affrontare e definire il tipo di formazione che sarà più funzionale in gelateria.

Serve, di conseguenza, analizzare anche gli atteggiamenti che saranno chiamati ad assumere i gelatieri, soprattutto i neofiti, che scelgono di approcciare questo mestiere del prossimo futuro distinguendosi dalla massa. Un approccio dettato non tanto dagli effetti del periodo covid e post-covid (che tutto sommato hanno inciso sul prodotto gelato solo marginalmente), ma soprattutto per i cambiamenti comportamentali in corso che la stessa pandemia ha determinato e accelerato.

Per definire che tipo di formazione scegliere può essere utile per il gelatiere (o aspirante tale) comprendere che il suo ruolo necessita di competenze e autonomia professionale per affrontare l’attualità e soprattutto per prepararsi al domani. È importante essere coscienti che chi determina le competenze necessarie e soprattutto il livello competitivo del mercato è il consumatore finale con un approccio molto diverso nei confronti della gelateria artigianale a seconda della generazione di appartenenza.

Sulla base di questa premessa risulta evidente che le competenze necessarie per avviare e/o gestire una gelateria con successo non possono limitarsi al solo prodotto, ma devono coinvolgere un perimetro molto più ampio di competenze:

  • ambito prodotto;
  • strategia, marketing, comunicazione;
  • gestionale;
  • economico-finanziario;
  • conoscenza delle tecnologie, in particolare quella digitale.

Passato, presente e futuro dei corsi di gelateria

Passato, presente e futuro dei corsi per gelateria

La grande differenza fra passato, presente e futuro, nel profilo professionale del gelatiere, trova la sua sintesi nel fatto che un tempo era sufficiente fare del gelato buono per avere successo. Oggi e domani invece il paradigma cambia radicalmente: per gestire una gelateria senza fallire e ottenere risultati professionali soddisfacenti, ancor prima che per avere successo, serve studiare per acquisire competenze multidisciplinari.

È fondamentale perciò stabilire un nuovo approccio alla formazione: la chiave di volta è l’acquisizione di competenze in modo continuativo sulla base dell’evoluzione del mercato, perché di certo è terminato il tempo in cui chi apriva e gestiva una gelateria poteva fare del gelato anche senza autonomia professionale e sulla base di quella competenza esecutiva che permetteva di vivere di rendita. Oggi un gelatiere, prima di essere tale, è un imprenditore e quindi non può esimersi dall’acquisizione di quelle competenze necessarie alla gestione di un’impresa, anche se piccola.

Ci sono ambiti che deve dominare e altri che deve quantomeno conoscere: per i primi deve avere una profonda autonomia professionale, per i secondi potrà avvalersi di professionisti specifici a cui rivolgersi, come ad esempio il commercialista, ma una base di competenza anche su temi diversi dal prodotto, è una condizione professionale assolutamente necessaria.

L’approccio al miglioramento continuo

Miglioramento continuo e formazione dei maestri

Da più di 30 anni i corsi di gelateria di Artigeniale, vengono costantemente rivisitati in ottica di miglioramento continuo attraverso tre sorgenti professionali di know-how:

  • i risultati della nostra attività annuale di ricerca e sviluppo;
  • dallo studio e formazione continuativa dei docenti Artigeniale;
  • dall’esperienza dei progetti di Artigeniale.

A questi fondamentali, come anticipato nel titolo di questo articolo, quest’anno si aggiungono i risultati della ricerca effettuata in collaborazione con l’Università Ca Foscari di Venezia condotta da Vladi Finotto (Professore associato di Imprenditorialità e strategia), Christine Mauracher (Professore di Economia Agroalimentare) assieme al loro gruppo di lavoro e ovviamente Artigeniale per la parte di competenza e conoscenza nel settore della gelateria artigianale.

Questa sinergia di competenze ha permesso di raccogliere dati quantitativi e qualitativi molto funzionali sui cambiamenti nelle modalità di fruizione del gelato artigianale classificati per target generazionali. Lo studio ha permesso di offrire ai corsisti e clienti che scelgono Artigeniale un know-how sostanziale, modulato sulle esigenze del mercato al fine di supportare anche i nostri corsisti affinché siano sempre più competitivi e capaci di rispondere alle trasformazioni e sfide del mercato.

Perché scegliere un corso Artigeniale

Basterebbe il percorso professionale dei docenti di Artigeniale e i risultati professionali dei corsisti che in questi 30 anni hanno scelto Artigeniale per la loro formazione, per comprendere perché conviene scegliere i corsi Artigeniale. Ma non c’è solo questo a fare la differenza: chi cerca di accrescere le proprie competenze professionali o approcciare il settore del gelato non può più prescindere dall’orientamento allo studio, all’analisi di mercato e al miglioramento continuo.

Il tutto finalizzato a offrire ai nostri corsisti, non tanto e non solo una visione del gelato artigianale, ma gli strumenti per affrontare in modo competitivo un mercato sempre più affollato e un consumatore in costante evoluzione.

Siamo certi che se un gelatiere che ha frequentato un nostro corso 5, 10 o 15 anni fa, oggi partecipasse al nuovo corso equivalente, rimarrebbe letteralmente sorpreso o addirittura stupito dalle nuove competenze che acquisirebbe.

Allora viene spontaneo chiedersi: non è sempre un corso di gelato o di bilanciatura? Sì, ma l’approccio al miglioramento continuo ci ha portati negli anni ad ottenere e quindi ad insegnare a produrre un gelato sempre più buono e gustoso sotto l’aspetto sensoriale e sempre più naturale e salutistico sotto l’aspetto nutrizionale, consapevoli che il prodotto di qualità è condizione necessaria, ma oggi non più sufficiente per avere successo.

Ti aspettiamo

E allora ti aspettiamo in aula oppure on-line!

Per scoprire i corsi di gelateria e le innovazioni del 2021-2022, consulta la sezione del nostro sito (https://www.artigeniale.it/corsi-di-formazione-per-le-gelaterie/) dove potrai accedere a tutte le informazioni.

Ma attenzione: non farti scappare gli sconti fino al 30% di cui puoi beneficiare se ti iscrivi prima di 12 giorni dalla data di inizio dei corsi in promozione.

ULTIME DAL BLOG

Corsi

Corsi di gelateria esclusivi: le novità Artigeniale per il 2020/2021

Tempo di lettura: 6 minuti Dall'esperienza maturata negli anni, dall'attività di ricerca e dai feedback di clienti e corsisti, nascono i nuovi corsi di gelateria Artigeniale 2020/2021.

Leggi news

Corsi

ricette gelato artigianale professionale

Cerchi ricette per gelato artigianale professionale? Attento ai rischi.

Tempo di lettura: 5 minuti Qual è il modo migliore per usare ricette gelato preconfezionate? Quali rischi si corrono ad usarle senza un'adeguata personalizzazione? Scopriamolo insieme.

Leggi news


Condividi questo articolo

error: