Artigeniale non è un franchising, ma capita che chi non ci conosca bene ci chieda se ci occupiamo di gelaterie in franchising. Certo, aprire una gelateria in franchising è comunque un compito che richiede impegno, e forse questa domanda ci arriva perché un franchising gelateria sembra la naturale evoluzione di 20 anni spesi ad affinare un metodo per affrontare il mercato, e a costruire una rete di clienti soddisfatti e fidati. Tuttavia non abbiamo mai intrapreso la via della gelateria franchising, e il motivo per cui non l’abbiamo fatto è profondamente legato alla nostra identità e alla nostra visione del mercato, tanto che abbiamo deciso di spiegarlo in questo articolo.

Identità e franchising gelateria: la nostra idea

Fin dalla fondazione della nostra azienda abbiamo sempre puntato sull’identità che deve esprimere un artigiano con il lavoro delle proprie mani. Il passato professionale dei fondatori è strettamente legato a questo concetto, e il loro incontro è avvenuto proprio mentre entrambi erano alla ricerca di un’espressione artigianale autonoma. Aprire una gelateria in franchising sarebbe stato quasi un “tradimento” di questo concetto: già allora secondo noi le gelaterie erano troppo simili le une alle altre, e desideravamo riportare l’idea del gelato ad un prodotto che consentisse a ciascuno di esprimere il proprio approccio e la propria creatività.

Per noi l’artigiano è a metà tra l’operaio e l’artista, una figura che crea. Se questo è vero le tre parole “franchising gelateria artigianale” ci sembrano difficili da far stare dentro ad un’unica frase: anche con il massimo della qualità di prodotto, ed il riconoscimento di ottimi franchising in gelateria, la semplice idea di avere dei vincoli che non siano quelli della competenza produttiva e della cultura sensoriale è lontanissima da noi.

Mercato e franchising gelateria: passato, presente e futuro del settore

20 anni fa era sicuramente più facile: c’era spazio per tutti, gelaterie franchising non ce n’erano molte, e la consapevolezza del prodotto tanto nei gelatieri quanto nei consumatori era più bassa. In questo lasso di tempo è cresciuto tutto: la concorrenza, la consapevolezza di prodotto, e anche i franchising di gelateria, tanto che alcune catene aprono gelaterie in franchising all’estero e riescono a volte a mettere in difficoltà la gelateria artigianale media

Questo vuol dire che ci serve più omologazione o che ce ne serve meno? È chiaro che le scelte per chi vuole aprire una gelateria sono due: associarsi ad una catena ed aprire una gelateria franchising, oppure cercare la propria indipendenza imprenditoriale, operativa, in un certo senso anche artistica.

Per noi la scelta migliore è la seconda, non solo con il cuore, ma anche con la testa. Pensiamo che ci serva meno omologazione: non solo perché i franchising propongono un prodotto identico a tutte le latitudini, ma anche perché le abitudini produttive legate all’utilizzo dei semilavorati tendono a ridurre le opzioni in mano ai consumatori. Oggi più che mai il successo viene dal differenziarsi, dal proporre un gelato originale, espressione dell’identità del Gelatiere e del territorio in cui si trova (purché sempre buono, gustoso e dall’alta qualità sensoriale). Allo stesso tempo però serve saper comunicare ed interagire con il consumatore in modo congruo e coerente, e su questo alcuni franchising di gelateria sono stati e sono tutt’ora un’ottima scuola.

Questa è una tendenza che nel food e nell’agroalimentare italiano si è già affermata in altri importanti settori, creando spazio, accanto ai grandi marchi, per produttori indipendenti di qualità, artigiani capaci che spesso si rifanno a tradizioni lontane dall’approccio industriale.

Le cose buone delle gelaterie in franchising

La nostra posizione non è quella di un’opposizione integralista ai franchising; riconosciamo a questo format di avere portato alcune importanti innovazioni nel modo di fare gelateria: un approccio strutturato al marketing operativo, o l’uso della leva strategica del servizio, proponendo personale formato sia sul piano tecnico che su quello commerciale. In un certo modo, la spinta del modello gelateria franchising ha “costretto”  molti Gelatieri indipendenti a fare un passo in avanti, e questo va riconosciuto.

Conclusioni

Molto tempo fa abbiamo fatto una scelta. Ogni successo che contribuiamo a creare per un gelatiere indipendente ci ricorda il perché di quella scelta, e ci rende felici di averla compiuta e determinati a portarla avanti. Guardiamo con interesse e rispetto alle prossime evoluzioni del mercato, ma rimaniamo convinti che la strada dell’indipendenza e della competenza sia quella da percorrere.